Home

LogoForumBCES

Benvenuto nel sito del Forum dei beni comuni e dell’economia solidale del Friuli Venezia Giulia!

Se anche tu hai il desiderio di contribuire al benessere materiale e spirituale di tutti i cittadini,
dimostrare che un’altra società ed un’altra economia sono possibili rispettando l’ambiente, l’equità sociale, i diritti fondamentali dei cittadini presenti e futuri, sottraendoci alla logica pervasiva del “mercato” che ha ridotto tutto a merce, natura e persone comprese,

ti invitiamo ad aderire al

corso di formazione per PROMOTORI DI ECONOMIA SOLIDALE

che partirà con il mese di marzo 2016 e al termine del quale ci organizzeremo per assumere ciascuno l’impegno ad operare nei rispettivi territori di residenza per costituire distretti e filiere

Se condividi questo ambizioso progetto COMPILA QUESTA SCHEDA e iniziamo insieme il cammino.

 La nostra proposta attuale, rivolta a te e a tutti gli interessati è:

  •  promuovere la costituzione delle 18 assemblee di distretto

coincidenti con le UTI (Unioni territoriali intercomunali), le cui assemblee saranno formate da cittadini che, indipendentemente dai loro ruoli sociali, vogliono vivere insieme secondo i principi della solidarietà e della reciprocità;

  •  favorire, in ogni distretto, la nascita e sviluppo di filiere di economia solidale

per creare al contempo occasioni di lavoro per i giovani e per le piccole imprese che decidono di condividere il progetto dell’economia solidale.

Per chi ancora non ci conosce, ci presentiamo…

 Il Forum per i beni comuni e l’economia solidale compie quest’anno i suoi primi quattro anni di vita.

Abbiamo iniziato, dopo aver raccolto l’adesione di  40 associazioni impegnate nei vari comparti dell’impegno sociale, della difesa dei Beni comuni, dotandoci:

– di un  decalogo di principi e mete condivisi;

– di una  proposta di odg da far approvare dai Consigli comunali dei Comuni della regione;

– di una  proposta di legge regionale a sostegno delle iniziative di economia solidale;

Le iniziative che lo hanno fatto conoscere e le fasi che lo hanno portato fino ad oggi sono state:

Novembre 2013 – Maggio 2014

un primo corso di formazione dei Probi pionieri dell’economia solidale

Settembre 2014  a oggi

favorito, nell’Alto isontino, la nascita del primo pezzo della filiera dell’alimentazione, attraverso un patto della farina e del pane fra produttori, trasformatori e consumatori.

Giugno 2015

INES – Incontro nazionale dell’economia solidale, organizzato a Trieste per conto della RES – Rete nazionale dell’economia solidale.

Nel frattempo non sono mancati frequenti incontri in tutta la regione per raccogliere adesioni di quanti erano interessati a costruire insieme un’altra economia, basata sulla formazione di comunità distrettuali capaci di organizzare la loro sussistenza attraverso lo sviluppo delle filiere dell’alimentazione, del vestire, della casa e, più in generale, del “buen vivir”.