Agenda

Agenda degli eventi del Forum

Share
Mag
23
Lun
Presentazione del Libro: “In cerca delle Api” @ all'Antico Caffè San Marco
Mag 23@18:00–20:00
LUNEDI’ 23 MAGGIO
alle 18.00
all’Antico Caffè San Marco
Consorzio fra gli Apicoltori della Provincia di Trieste –
Čebelarski konzorcij tržaške pokrajine
Presenta il libro di
Francesco Nazzi “In cerca delle api” (Hoepli)
Come fanno le api a costruire cellette dalla geometria così perfetta? Quali sono i segreti del linguaggio delle loro danze? Come si può decifrare l’enigma dell’altruismo estremo delle operaie? Quali sono i molti nemici che minacciano questi preziosi insetti e cosa si può ancora fare per proteggerli?
Da anni le api hanno guadagnato l’attenzione dell’opinione pubblica, e non solo per il fondamentale contributo al mantenimento degli ecosistemi naturali o delle produzioni agricole, ma soprattutto per i gravi problemi che le affliggono, falcidiandone le popolazioni. Per comprendere a fondo tale situazione è necessario affrontare la sfida della complessità e intraprendere, come fa l’autore di questo volume, un vero e proprio viaggio nel mondo delle api: dall’individuo alla colonia, dall’alveare all’ecosistema.
Francesco Nazzi
Laureato in Scienze Naturali, ha conseguito il dottorato di ricerca all’Università di Udine, dove è attualmente professore associato di “Zoologia” e “Apidologia e Apicoltura”.
Da più di venti anni svolge attività di ricerca sulle api ed ha scritto decine di articoli scientifici sull’argomento.
Ha pubblicato i libri “Tra il dire e il fare. Api e cooperazione ai piedi del Monte Kenya”, Montaonda Edizioni e, con A. Vianello, “Il linguaggio dell’evoluzione e l’evoluzione del linguaggio”, Forum Editrice.
Svolge anche un’intensa attività divulgativa attraverso articoli, conferenze e interviste
Share
Lug
29
Ven
Corso Casa in Paglia @ Progetto Gaia Terra
Lug 29@7:30–Lug 31@12:15
Le costruzioni in balle di paglia hanno una lunga storia che nasce in Nebraska negli Stati Uniti, quando i pionieri raggiungono queste grandi pianure e utilizzano le balle di paglia come fossero grandi blocchi da costruzione per realizzare le proprie case di cui molte sono tuttora abitate e in ottime condizioni. Questo ci fa capire quanto siano durevoli e ci conferma che questa tecnica funzioni.
Costruire con la paglia permette anche a persone inesperte di cimentarsi nella costruzione di abitazioni, offrendo la possibilità di sviluppare progetti da seguire in comune con altre persone. L’atmosfera che si va a creare in un cantiere con balle di paglia è di gran lunga differente da quella che si può trovare in un qualsiasi cantiere edile, probabilmente dovuto alle motivazioni comuni che conducono le persone a cimentarsi in una simile impresa.
La paglia è un materiale semplice, flessibile e organico, costruire con materiali non naturali comporta una serie di spese in più. La paglia è un ottimo isolante, trattiene l’aria ma allo stesso tempo traspira, andando a risolvere i problemi di umidità e condensa all’interno delle case.
Dalle ore 17 di Venerdì 29 Luglio alle ore 19 di domenica 31 Luglio 2022
Venerdì affronteremo la teoria, sabato e domenica ci occuperemo della parte pratica
Lavoreremo per realizzare un piccolo edificio a scopo abitativo utilizzando la tecnica Nebraska o autoportante all’interno di un edificio esistente.
Impareremo a ridimensionare, sagomare ed adattare le balle di paglia; la compressione e la preparazione per l’intonacatura.
Biografia Stefano Soldati:
Ha studiato nel Regno Unito con Barbara Jones le tecniche di costruzione con balle di paglia,
l’intonaco in terra cruda e in calce, formandosi come progettista, costruttore e docente e si è
specializzato a presso il centro FAL e.V. di Ganzlin Germania sulla terra cruda. Dal 2004 insegna la
progettazione e costruzione di edifici con balle di paglia. È libero docente presso diversi centri di
ricerca e Università di Architettura, Ingegneria e Agraria in Italia e all’estero. È stato fondatore e primo
Presidente della Accademia Italiana di Permacultura, di Promopaglia (Associazione Italiana per le costruzioni in Paglia) e di
ESBA (Associazione Europea per le costruzioni in paglia). Ad oggi ha lavorato su 59 edifici autorizzati in paglia in Italia e
all’estero o supportando i progettisti e/o insegnando l’autocostruzione.

Mostra meno
Share