Agenda

Agenda degli eventi del Forum

Share
Nov
22
Mer
L’età della Condivisione – Prospettive di Sussediarietà a Casarsa @ Sala Consigliare di Palazzo Burovich
Nov 22@20:30–23:30
Dic
5
Mar
L’età della Condivisione – Prospettive di Sussediarietà a Casarsa @ Sala Consigliare di Palazzo Burovich
Dic 5@20:30–23:30
Feb
3
Sab
OsareRiusare – 3^ edizione @ Parco Vittime delle Foibe
Feb 3@10:00–14:00

OsareRiusare – 3^ edizione
una mattina di baratto e di scambio

in collaborazione anche con gli amici del Bar Sport – Coop.Duemilauno Agenzia Sociale e ARCI Udine e Pordenone

Un’occasione per dare una nuova vita agli oggetti che non ti servono più ma che posso ancora essere usati.

Per partecipare, segui queste semplici regole:

– non è ammesso l’uso del denaro
– possono partecipare solo i cittadini e associazioni senza scopo di lucro
– puoi portare un tavolino, una coperta o quello che ritieni necessario per crearti una postazione comoda
– per scambiare o donare oggetti ingombranti porta una o più foto e una breve descrizione. L’eventuale scambio può avvenire in un momento successivo
– ricordati che bisogna riportare a casa gli oggetti non scambiati o donati!

E il pranzo? Se ti fa piacere, porta qualcosa da mangiare o da bere insieme!

Share
Apr
10
Mar
SWAP Party di Primavera! @ Posto delle Fragole
Apr 10@18:00–20:00

Avete dei vestiti o delle scarpe mai messe o che non usate più? Voglia di cose nuove ma siete senza budget? Volete scambiare libri già letti con nuovi orizzonti letterari tutti da esplorare? Il vostro armadio sta per esplodere ma vi spiace cestinare abiti e accessori anche se stanno facendo la muffa? Non volete più indossare il maglione preferito dal vostro ex anche se è ancora meravigliosamente morbido? Non sapete che cosa fare il martedì?

Ecco la soluzione a tutti i vostri crucci: passate a trovarci martedì 10 aprile, dalle ore 18, portando con voi gli “scarti” del vostro armadio e delle vostre librerie e divertitevi a scambiare i vostri abiti/borse/cinture/scarpe/libri con quelli miei o degli altri partecipanti! Si possono prendere e lasciare capi e libri a piacimento.

L’iniziativa è gratuita, aperta a tutti e NON ha fini di lucro. Lo spirito è solidale, ovvero NON si tratta di un mercatino: i beni NON possono essere messi in vendita ma saranno scambiati tra i partecipanti senza transizioni di denaro.

Vi aspettiamo al Il posto delle fragole trieste, dentro all’ex OPP. Il locale mette a disposizione i propri spazi gratuitamente.

E SE TRA UN VESTITO E L’ALTRO VI VIENE SETE?

NON è assolutamente obbligatorio ma sarebbe carino se ognuno dei partecipanti consumasse almeno una bibita per sostenere l’iniziativa, soprattutto chi occuperà i tavoli. La riteniamo una forma cortese di ringraziamento per l’ospitalità 🙂

PERCHé PARTECIPARE ALLO SWAP?

Mai come oggi il riciclo e il riuso assumono un valore così importante: imparare il valore dello scambio, anche a livello umano, capire che ogni oggetto può avere nuova vita, che tutto può essere riutilizzato, che tutto può essere scambiato per limitare lo spreco e l’accumulo di rifiuti e di energie stagnanti, che ciò che a noi non interessa più può invece fare la gioia di qualcun altro.

E SE NON AVETE CON VOI NIENTE DA SCAMBIARE, SIETE COMUNQUE i BENVENUTI!
Anche solo per un saluto, per bervi una birra in compagnia o per venire ad alleggerire noi swappers liberandoci dei nostri abiti in sovrappiù e contribuendo a dar loro nuova vita!

SONO BENVENUTE ANCHE ASSOCIAZIONI E/O ENTI CHE SONO INTERESSATE A RACCOGLIERE INDUMENTI USATI O LIBRI PER FINI SOLIDALI E NON DI LUCRO (in tal caso vi preghiamo di contattarci per segnalarci che tipo di indumenti vi possono essere utili, in modo da informare chi partecipa. Le Associazioni interessate devono però venire personalmente a ritirare le donazioni a fine Swap oppure individuare un volontario che possa prendere in consegna eventuali oggetti e abiti raccolti).

UNO SCAMBIO CHE ARRICCHISCE
Nel caso conosceste personalmente anche situazioni private di difficoltà economica di persone che desiderano rimanere anonime oppure non possono essere presenti, potete segnalarci eventuali beni e/o abiti (da adulto o da bambino o per la casa) che possono essere di aiuto via messaggio privato e far ritirare ciò che eventualmente è stato raccolto da un intermediario.

Potete estendere l’invito anche ad amiche, amici uomini e conoscenti e presentarvi direttamente all’evento.
Ognuno gestirà e sarà responsabile dei propri beni, si declina in tal senso qualsiasi responsabilità.

Per informazioni più dettagliate potete contattare Cristina Favento.

Buona selezione nei vostri armadi/librerie, vi aspettiamo! 🙂

Share
Mag
7
Lun
Living toxic: Racconti Dai Luoghi Più Inquinati Del Mondo @ Ridotto del Verdi
Mag 7@20:45–23:45

RACCONTI DAI LUOGHI PIÙ INQUINATI DEL MONDO

La distruzione e l’inquinamento non si possono definire progresso!

Il conseguente riscaldamento globale sta portando conseguenze irreparabili alla nostra Terra, l’unico posto in cui possiamo vivere.

Il progetto fotografico Living Toxic intende documentare i luoghi più inquinati e le cause dei cambiamenti climatici.

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Relatore: Pierpaolo Mittica

Pluripremiato fotografo e videomaker umanista, le sue fotografie sono state esposte in Europa, Stati Uniti e Cina, e pubblicate su giornali e riviste italiane e internazionali tra cui: l’Espresso, Alias del Manifesto, Vogue Italia, Repubblica, Panorama, Il Sole 24 ore, Oggi, Le Scienze, Photomagazine, Daylight Magazine, Days Japan International, Asahi Shinbum, The Telegraph, The Guardian, Sueddeutsche Zeitung, Spiegel, Wired USA, Asian Geo, National Geographic USA. Le sue fotografie su Fukushima sono state incluse in due film: Fukushame (2012) e A nuclear Story, inside Fukushima (2014). È autore di due film insieme ad Alessandro Tesei e Michele Marcolin: Living Toxic, Russia (2014) e Behind the Urals (2015).

 

 

Share
Mag
12
Sab
Il lavoro al tempo della gig economy -Vicino/Lontano @ Ex Chiesa di San Francesco
Mag 12@10:00–13:00

Il lavoro al tempo della gig economy

In collaborazione con multiverso

Con il sostegno di Confartigianato Udine

Il mercato del lavoro è in rapida trasformazione. Automazione e sistemi informatizzati stanno gradualmente sostituendo i lavoratori tradizionali. Per chi lavora, la parola chiave è “flessibilità”: nella formazione, nelle competenze, nelle mansioni, nelle forme contrattuali.  Dai voucher al popolo delle partite iva, dal cottimo dei magazzinieri di Amazon ai fattorini di Deliveroo e Foodora fino ai ricercatori precari, ai freelance e al lavoro gratuito. Di cosa parliamo quando parliamo di lavoro al tempo del capitalismo maturo e della rivoluzione digitale? Chi sono i lavoratori del mondo contemporaneo, quali profili professionali possiedono e quali mansioni vengono loro richieste? Qual è il loro luogo di lavoro e in che modo lo vivono in termini relazionali? Come affrontano il tema dei loro diritti e da chi si sentono rappresentati? Quali conseguenze ha sulla stabilità e sulla qualità della loro vita la condizione di precariato e, di fatto, di nuova e diffusa povertà che sembra prevalere? La forza lavoro è tornata a essere la merce per eccellenza: da sfruttare senza residui e responsabilità imprenditoriale, per trarne il massimo profitto?

Share
Feb
2
Sab
OsareRiusare @ Parco Vittime delle Foibe
Feb 2@10:00–15:00

SABATO 2 FEBBRAIO
dalle 10 alle 15

*****
IN CASO DI MALTEMPO L’INIZIATIVA E’ RINVIATA
A SABATO 23 FEBBRAIO SEMPRE DALLE 10 ALLE 15
*****

OSARE RIUSARE
una giornata di baratto e di scambio

Un’occasione per dare una nuova vita agli oggetti che non ti servono più ma che posso ancora essere usati.

Per partecipare, segui queste semplici regole:

– non è ammesso l’uso del denaro
– puoi portare un tavolino, una coperta o quello che ritieni necessario per crearti una postazione comoda
– per scambiare o donare oggetti ingombranti porta una o più foto e una breve descrizione. L’eventuale scambio può avvenire in un momento successivo
– ricordati che bisogna riportare a casa gli oggetti non scambiati o donati!

E il pranzo? Se ti fa piacere, porta qualcosa da mangiare o da bere insieme!

Per info:
misskappa.arci@gmail.com

Share
Feb
22
Ven
Inquinamento da Plastica Verso Quale Futuro? @ Sala conferenze della Biblioteca Comunale
Feb 22@17:30–20:00

Programma
ore 17.30 dott.ssa Anna Maria CISINT Sindaco del Comune di Monfalcone Presentazione ed inizio lavori
ore 17.35 dott.ssa Maria Cristina PEDICCHIO Presidente OGS Trieste – La salute del mare
ore 17.45 dott.ssa Marina CABRINI Prima ricercatrice OGS Trieste – Il problema della plastica in mare
e il rilascio delle microplastiche
ore 18.10 dott.ssa Cristina SGUBIN funzionario Osservatorio Regionale Rifiuti ARPA
Inquinamento da plastica nelle acque marine
ore 18.30 dott. Paolo MARGADONNA C.C. Capitaneria di Porto di Monfalcone
Plastica in mare – aspetti normativi e comportamentali
ore 18.50 Michele DOZ Presidente Consorzio Ittico del Golfo di Trieste
Interazione tra plastica, rifiuti ed attività di pesca nel golfo di Trieste, nuova normativa
regionale in materia di contributi agli operatori del settore per raccolta plastica in mare
ore 19.10 dott. Paolo VENNI Vice Sindaco del Comune di Monfalcone Raccolta differenziata
nel comune di Monfalcone
ore 19.30 prof.ssa Sabina CAUCI Assessore all’Ambiente del Comune di Monfalcone
Nuove proposte ed attività in materia ambientale

 

Invito

Conferenza invito inquinamento da plastica

Share
Mar
13
Mer
“I precursori della decrescita”. FOURIER, Un pensiero controcorrente @ Palazzo Frisacco
Mar 13@20:30–22:30

IL TEMA

Il pensiero e le opere di Fourier (insieme a Saint-Simon,Owen e altri) è passato alla storia delle idee con l’etichetta, coniata da Marx, di “socialismo utopistico”, per distinguerlo dal suo “socialismo scientifico”.

L’opera di Charles Fourier (1772-1837) sviluppa una filosofia della ricchezza e una critica dell’industrialismo e del commercio che prefigurano gli eccessi dell’economia di mercato e anticipano la riflessione socialista. Leggere il suo pensiero alla luce di una problematica – la decrescita – che gli è in parte estranea, si rivela quindi attività, feconda, che consente di esplorarne una parte finora non indagata, quella della critica  critica controcorrente del “capitalismo termo-industriale”.

Chi è Angelo Floramo

Insegna Storia e Letteratura al Magrini Marchetti di Gemona ed è ancora convinto che malgrado tutto sia il mestiere più bello del mondo. Medievista per formazione, ha pubblicato molti saggi e articoli specialistici, collabora con diverse riviste nazionali ed estere; dal 2012 collabora con la Biblioteca Guarneriana di San Daniele del Friuli in veste di consulente scientifico.

.

Perché conoscere “I Precursori della Decrescita”?

 

“Quel tanto che a bere basta, ed a mangiare e a vestire,

Cercalo pure, ché in questo ancor sei scusato.

Ma il resto tutto è vano, e vuoto, e tu bada bene

A non venderti via la vita preziosa per questo.”

Omar Khayyam (1048-1141)

 

Con queste quattro strofe, Omar Khayyam (1048-1141) può essere  a pieno titolo annoverato fra i “Precursori” della decrescita” , titolo della collana Jaca Book diretta da Serge Latouche.

I “Precursori” sono anche il titolo del ciclo di incontri che il  Forum per i beni comuni e l’economia solidale del Friuli Venezia Giulia, il collaborazione con il nodo regionale dell’Associazione per la decrescita sta tenendo in diverse località della nostra regione.

 

 

A chi è rivolta questa iniziativa?

Su proposta del Forum, la Regione ha approvato la LR 4/2017 “Norme per la valorizzazione e promozione delle’economia solidale”.

Con questa iniziativa intendiamo offrire alle persone interessate, le basi teoriche su poggiano i percorsi esperienziali necessari a promuovere Comunità territoriali e filiere produttive di economia solidale, così come previsto dalla stessa Legge regionale.

Ognuno degli incontri programmati prevede, prima del Convegno annuciato, la tenuta di una comunicazione allo scopo di presentare i contenuti della citata legge regionale e invitare i partecipanti a diventare promotori della stessa norma.

 

 

Share
Mar
19
Mar
IVAN ILLICH, Una voce fuori dal coro @ Antico Caffè S. Marco
Mar 19@19:00–21:15

 

IVAN ILLICH, Una voce fuori dal coro.

a Trieste presso Antico Caffè S. Marco ore 19.00 il 19 Marzo 2019

Relatore Aldo Zanchetta   – Laureato in ingegneria chimica ha operato per 20 anni nel settore farmaceutico mettendo a punto tecnologie innovative a protezione degli operatori e dell’ambiente. Dal 1995 al 2009 si è dedicato alla conoscenza del mondo indigeno latinoamericano ed ha coordinato per 6 anni il lavoro della Scuola per la Pace della Provincia di Lucca. In questo contesto ha conosciuto Ivan Illich, organizzando quella che sarebbe stata l’ultima sua conferenza pubblica. Nel 2003 e nel 2004 ha coordinato due seminari in sua memoria cui hanno partecipato alcuni dei suoi principali collaboratori.

Ivan Illich (1926-2002) è stato uno dei pensatori più originali e meno ideologici del secondo Novecento e uno dei primi a formulare una critica radicale dell’esistente che oggi si rivela quanto mai attuale, soprattutto nel suo attacco frontale all’idea di sviluppo e progresso.

“Un profeta, diceva Illich, non è colui che possiede la sfera di cristallo, ma colui che sa leggere correttamente il presente e scoprire le sue linee di forza più profonde. Illich anticipò con stupefacente lucidità l’odierno disastro, la decadenza di tutte le istituzioni, e previde anche i modi in cui la gente avrebbe reagito davanti al disastro.

per info

Tiziana Cimolino

3287908116

 

Share