Agenda

Agenda degli eventi del Forum

Share
Ott
19
Sab
Dalle nuvole al mare: il viaggio delle acque in FVG @ Cinemazero
Ott 19@9:30–12:30
“Dalle nuvole al mare: il viaggio delle nostre acque tra utilizzo, depurazione e cambiamento climatico”
è il titolo del convegno organizzato da Legambiente circolo “Fabiano Grizzo” APS, nell’ambito del progetto “Acqua bene comune – Risorsa e (è) vita”, realizzato grazie al contributo di Coop Alleanza 3.0 e alla collaborazione dei soci Coop del pordenonese.

Affronteremo il tema dell’acqua sotto diversi aspetti: a partire dalla qualità delle acque in Friuli Venezia Giulia, parleremo della necessità di tutela e della depurazione, illustrando alcune buone pratiche per il riutilizzo di una risorsa che sempre più sarà scarsa e importante, nel contesto del cambiamento climatico. Il nostro sguardo si allargherà anche al Sud del mondo, in Paesi dove l’acqua è già una risorsa scarsa e molto preziosa: un messaggio per invitarci a non sprecare e tutelare il nostro oro blu.

INTERVENTI:

Il cambiamento climatico e l’intensificazione del ciclo idrologico Videomessaggio di Filippo Giorgi – ICTP Trieste

Lo stato qualitativo e quantitativo delle acque sotterranee in FVG
Davide Brandolin – ARPA FVG

Come risparmiare e ridate valore alla risorsa idrica
Giulio Conte Ambiente Italia

Le città e la gestione sostenibile dell’acqua
Marco Iob – CeVi

Plastiche e microplastiche negli ecosistemi acquatici
Paola Del Negro – OGS

L’evento è gratuito e aperto a tutti, fino a esaurimento dei posti a sedere.
Per le classi III, IV e V delle scuole secondarie di secondo grado è ancora possibile prenotare scrivendo a pordenone@legambientefvg.it.

Durante la mattinata, verranno premiati i vincitori del concorso fotografico “Acque, rogge e risorgive del Pordenonese” (https://tinyurl.com/concorso-acque, in scadenza il 6 ottobre).

 

Share
Ott
25
Ven
Ripartiamo dal CIBO – un’arma di prevenzione di massa! @ Biblioteca Civica "Vincenzo Joppi", Sezione Moderna - Sala Corgnali
Ott 25@18:00–20:00

RIPARTIAMO DAL CIBO Un’arma di prevenzione di massa

«L’equilibrio alimentare mondiale si gioca a tavola:
scopriamo i segreti per una dieta salutare, sostenibile ed etica!»

Venerdì 25 ottobre 2019 ore 18:00

Biblioteca Civica «Vincenzo Joppi»
Sezione Moderna – Sala Corgnali
Riva Bartolini n. 5 – Udine

Saluti del Presidente dell’Ordine dei Medici di Udine
dott. Maurizio Rocco

Introduce il dott. Enos Costantini
(agronomo e studioso di colture e tradizioni friulane)

Interviene l’autore dott. Giuseppe Tartaglione
(Medico di Medicina Generale di Siena)
in dialogo con rappresentanti locali
del commercio equo e dell’economia solidale

Modera l’incontro la dott.ssa Raffaella Cavallo (Radio Rai FVG)

Evento promosso da: Associazione GAS Furlan Gruppo Acquisto Solidale, Bilanci di Giustizia Gruppo di Udine, Bottega del Mondo di Udine, Socie e Soci di Banca Etica di Udine.

SINTESI
I geni sono la bozza da cui inizia la vita e l’ambiente è ciò che modella e modula la loro espressione. Stile di vita e predisposizione genetica sono i fattori che influenzano maggiormente l’insorgere di molte delle attuali patologie cronico–degenerative, tra le cui cause rientra la dissonanza tra alimenti prodotti e fisiologia umana: la velocità di sviluppo delle tecnologie alimentari, infatti, è superiore a quella di adattamento biologico del nostro corpo. Dalla considerazione che un corretto stile di vita impatta non solo sulla salute individuale, ma anche su quella dell’intero pianeta, nasce la visione integrata tra nutrizione, etica ed ecologia che il volume ha lo scopo di presentare e divulgare. Attraverso la storia del corpo umano, concetti nutrizionistici di base e un pragmatico quadro normativo–culturale sul cibo, l’opera persegue un doppio obiettivo: far comprendere che l’alimentazione preventiva non richiede necessariamente il parere di esperti, diversamente da quel che concerne l’alimentazione a fini terapeutici; infondere conoscenza e consapevolezza per una spesa efficace, sostenibile e solidale, attenta alla salute e al benessere personale, della comunità e del pianeta.

Giuseppe Tartaglione è medico chirurgo, specializzato in Medicina generale. Laureato cum laude nel 2012 con una tesi dal titolo Quando le donne diventarono dottoresse. Storia delle prime laureate in Medicina a Siena, decide di approfondire, durante il corso di formazione in Medicina generale, lo studio dell’alimentazione, di cui analizza alcuni aspetti nella tesi di specializzazione Gruppo di Acquisto Solidale: una risorsa nella strategia di promozione della salute in Medicina Generale?. In aggiunta alla professione, nutre una passione per la scrittura e per la didattica che dal 2015 si è concentrata nella stesura del volume divulgativo Ripartiamo dal cibo. Un’arma di prevenzione di massa, frutto di una ricerca estesa e multidisciplinare inerente il tema dell’alimentazione, trattato in maniera quanto più esauriente e scientifica ma allo stesso tempo pragmatica.

Enos Costantini è laureato in Scienze agrarie, ex insegnante dell’Istituto Tecnico Agrario di Cividale del Friuli, è coordinatore redazionale del periodico «Tiere Furlane / Terra Friulana», collabora con riviste del settore agricolo, sia a livello nazionale che a livello locale, sulle quali ha tenuto rubriche e ha pubblicato saggi, nonché decine di articoli soprattutto di divulgazione. E’ autore di libri concernenti il paesaggio agrario, la toponomastica e l’antroponomastica. Da anni si dedica allo studio della storia delle piante coltivate in regione, con particolare riguardo alla vite.
I suoi interventi alla storica trasmissione radiofonica domenicale della sede regionale della Rai del Friuli Venezia Giulia “Vita nei campi” sono stati raccolti nella sua ultima pubblicazione “Ce vitis tai cjamps”

Share
Nov
9
Sab
Convegno “La manutenzione e la cura del verde” @ Sala Convegni Centro Direzionale Consorzio Ponte Rosso
Nov 9@9:30–13:00

Dopo la visita guidata al verde pubblico urbano di S.Vito della scorsa primavera ed il successivo convegno sulla programmazione e progettazione delle aree verdi pubbliche e sui molteplici servizi ecosistemici che tali aree offrono alla comunità, prosegue l’attenzione di Legambiente Pordenone per il verde con un convegno dal titolo “la manutenzione e la cura del verde” che si terrà sabato 9 novembre dalle ore 9:30 presso la sala convegni del Centro Direzionale del Consorzio Ponte Rosso, in via Forgaria 11 a S.Vito al Tagliamento.

Dopo i saluti del Presidente del Consorzio, che ha fornito il patrocinio all’evento e una introduzione di Renato Marcon, Presidente di Legambiente Pordenone, la tematica della cura del verde verrà affrontata da Giampaolo Barbariol, già capo servizio del verde pubblico del Comune di Padova e relatore a convegni nazionali ed internazionali ed autore di interventi su riviste e pubblicazioni specialistiche a cui seguirà un dibattito su esperienze a confronto fra tecnici e operatori del settore.

Al termine, nel piazzale esterno, avverrà una dimostrazione pratica di intervento di corretta potatura a cura di Giorgio Valvason, tecnico del verde.

Con questa iniziativa si vuole sensibilizzare operatori del settore e cittadini sul tema della manutenzione e cura del verde (e in particolare delle potature), per apprendere le principali tecniche che consentono di mantenere la salute e l’aspettativa di vita dell’albero e aumentarne la stabilità e sicurezza.

Legambiente Circolo Fabiano Grizzo Aps di Pordenone

Share
Nov
22
Ven
Servizi ecosistemici e gestione transfrontaliera dell’Isonzo @ Sala Dora Bassi
Nov 22@17:30–19:00

Nell’ambito del progetto “Gli ecosistemi e le acque dell’Isontino” finanziato dalla campagna Io Sì di Coop Alleanza 3.0, terzo incontro per sensibilizzare e promuovere la tutela dei corsi d’acqua del territorio in cui si parlerà del fiume Isonzo-Soča con la presentazione di due tesi di laurea.

INTRODUCONO
Francesco Marangon – Università di Udine
e Luca Cadez – Legambiente Gorizia

– LA VALUTAZIONE DEI SERVIZI ECOSISTEMICI NELL’AREA DEL FIUME ISONZO-SOCA – Alessio Frezza

– GESTIONE E PROTEZIONE DEI FIUMI TRANSFRONTALIERI NEL DIRITTO INTERNAZIONALE – Jessica Scodro

Share
Parliamo di Clima @ Sede Ass. Musicale S. Gaggia
Nov 22@20:30–22:00

 

COME CONTRASTARE LA CRISI CLIMATICA E ADATTARSI A QUELLO CHE CI ASPETTA

con particolare riguardo al Friuli Venezia Giulia

ne parleremo con ROBERTO PIZZUTTI

La serata si aprirà con qualche breve filmato o slide come introduzione

Share
Nov
29
Ven
QUARTA MOBILITAZIONE GLOBALE!!! Pordenone @ Capitol
Nov 29@9:00–14:30

QUARTA MOBILITAZIONE GLOBALE!!!

9:00/12:00 Capitol – Incontro con Maurizio Pallante e attività di Fridays for Future SU PRENOTAZIONE!!!
(consigliato per le scuole superiori: chiedete ai vostri insegnanti di accompagnarvi!!! Faremo comunque girare circolari) costo entrata: €3/persona

12:00/14:30 Via Mazzini (P.tta Cavour) Presidio e flash mob (se ci fossero ragazzi volenterosi di parlare in pubblico/fare un discorso su ciò che sta succedendo all’ambiente, scriveteci)

Per maggiori informazioni scriveteci un messaggio, una mail (fridaysforfuture.pn@gmail.com) oppure al numero 3456182183!!

 

Share
Dic
1
Dom
PREMIAZIONE DELLA 3° EDIZIONE DEI CONCORSI “EUGENIO ROSMANN” PER GIOVANI LAUREATI E “POPULUS ALBA” PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI @ Teatro di Monfalcone
Dic 1@17:00–20:00

L’Associazione Ambientalista “Eugenio Rosmann” presenta domenica 1 dicembre 2019, alle ore 17.00 presso il Teatro di Monfalcone in Corso del Popolo 20, l’evento di premiazione della terza edizione dei concorsi “Eugenio Rosmann” dedicato a giovani neolaureati in materie ambientali e “Populus Alba”, dedicato alla memoria del dott. Fabio Perco e riservato a pubbliche amministrazioni che si siano distinte in buone pratiche in difesa del territorio e della natura.
La terza edizione segna un’ulteriore crescita di questo appuntamento annuale proposto dall’associazione ambientalista monfalconese , non solo per il numero di tesi di laurea in grande aumento rispetto alle edizioni precedenti, ma anche perché vuole rivolgersi a un pubblico ampio, un vero galà dell’ambiente nel quale i giovani studiosi si confronteranno con gli amministratori pubblici più virtuosi, accompagnati da performance di musica e video.
I premi per gli studenti sono costituiti da un assegno per il primo e il secondo classificato, mentre un’opera artistica del maestro Cristiano Leban sarà consegnata alla Pubblica amministrazione selezionata. I premi per i neo-laureati sono realizzati grazie al contributo dell’Associazione Ambientalista “Eugenio Rosmann”, della Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse e del Comune di Monfalcone.
I concorsi hanno ottenuto il patrocinio dei Comuni di Gorizia e Monfalcone, di IRIS Acqua, dell’ATER di Gorizia, dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia, dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Gorizia, dell’Istituto Nazionale di Urbanistica del Friuli Venezia Giulia, del Centro visite Lago di Pietrarossa, del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino, della Rivista Isonzo-Soča di Gorizia e delle associazioni Club Alpino Italiano di Monfalcone, GREF – Gruppo Regionale Esplorazioni Floristiche di Udine, CO.NA. di Staranzano, Scienza under 18 di Monfalcone, Lapis di Santa Maria la Longa, DELTA – Delfini e tartarughe dell’Alto Adriatico, Arte Scienza e Benessere di Pordenone, il Gruppo Speleologico Monfalconese “Amici del Fante”, Sos Carso di Trieste e dell’Associazione ECOPARK – AESON. Aderiscono all’iniziativa l’azienda agricola la Dulina di Begliano, il Parco rurale Alture di Polazzo e il Caffè Maritani di Monfalcone e Staranzano. Fondamentale la collaborazione di Alce graphics.
Le tesi in concorso quest’anno sono più di trenta ed offrono un’interessante rassegna di questioni ambientali che più incidono sul territorio nazionale e non solo. Numerosi gli studi riguardanti la fauna, dal camoscio alpino nella Riserva naturale dei Laghi di Doberdò e Pietrarossa, alla sovrapposizione di nicchia tra sciacallo dorato e volpe nel Carso Goriziano, agli anfibi alpini del Trentino, gli ungulati selvatici in Friuli Venezia Giulia, le tartarughe marine e il loro orientamento tramite il campo magnetico terrestre. Molto presente il tema del cambiamento climatico: sono state analizzate le relazioni con l’Antartide, il Sud America, l’impatto del riscaldamento sugli uccelli d’alta quota, per poi approfondire i problemi dell’inquinamento nella “terra dei fuochi”, gli agenti inquinanti nei suoli e la tempesta VAIA del 2018. Sono state inviate anche alcune tesi in materia di pianificazione urbanistica sulla riqualificazione delle città con un’ottica di sostenibilità, nelle realtà di Napoli, Mestre – Venezia ed un’analisi della flora della città di Milano.
La serata sarà aperta dalla performance “Suoni della natura” del musicista Simone Blondeau, proseguiranno la UWC Adriatic Band dei giovani del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico diretti dal maestro Stefano Sacher, il Coro del Club Alpino Italiano di Monfalcone e Idee in coro accompagnati dal maestro Roberto Lizzio e concluderà il violino di Simone d’Eusanio che si fonderà con le immagini aeree della Riserva naturale carsica dei Laghi di Doberdò e Pietrarossa e del Centro visite Pietrarossa.
Nella stessa serata sarà assegnato anche il premio “Populus alba”, dedicato alle pubbliche amministrazioni che si siano distinte nell’abito del Nord Est nella tutela del loro territorio e segnalate dalla stessa Commissione giudicatrice del concorso. Il premio, per questo concorso, sarà una scultura dell’artista del territorio Cristiano Leban, realizzato con il contributo della COOP Alleanza 3.0- Zona Isontino – “Progetto tutela acque”.
Anche in questo caso si è potuta osservare una gamma di buone pratiche, dai Comuni che sostengono le riserve Regionali naturali, al recupero di una vecchia funivia per dare spazio ad un museo fotografico che illustra il surriscaldamento del globo e lo scioglimento dei ghiacci, la predisposizione di nuove tratte ferroviarie per l’utilizzo del mezzo pubblico in alternativa a quello privato, anche in un’ottica di intermodalità bici-treno. E ancora la costruzione di un polo scolastico concepito all’insegna del risparmio energetico, della sostenibilità ma soprattutto del benessere degli alunni, seguendo i criteri di bioarchitettura, e due realtà che hanno operato per ricostruire le foreste perdute dopo la tempesta VAIA.
Nell’ambito della sera verranno consegnati anche i contributi raccolti per la causa “Aiutiamo l’azienda agricola biologia la Dulina di San Canzian d’Isonzo a riacquistare la motozappa rubata”.
Inoltre il professor Stefano Fantoni – già direttore della SISSA di Trieste – presenterà il progetto ESOF 2020, Trieste capitale europea della scienza, un importante appuntamento che nel prossimo mese di luglio porterà il nostro territorio al centro del dibattito tra scienza, tecnologia, società e politica.

Share
Gen
17
Ven
Focus sul clima: emergenza clima, condizionamenti multinazionali @ Cgil Udine
Gen 17@19:00–21:00

Incontro con Paolo Cacciari

17 gennaio ore 19.15
Sala CGIL, Udine
Viale Giobatta Bassi, 36

Non c’è soluzione alla crisi ecologica planetaria rimanendo all’interno delle logiche economiche e delle politiche dominanti, non c’è Trattato di libero commercio che tuteli i diritti dei cittadini.

“Come osate! Interi ecosistemi sono al collasso. Siamo all’inizio di un’estinzione di massa. E tutto quello di cui parlate sono i soldi e le favole dell’eterna crescita economica.”
Greta Thunberg, Discorso alle Nazioni Unite, 24 settembre 2019

“La presunta soluzione offerta dalla Green Growth non mette in questione il modello generale di crescita economica. (…) Post-crescita significa decelerazione, prosperità nel lungo periodo e ricerca di un nuovo modo di vivere assieme.”
Carola Rackete, Il mondo che vogliamo, Garzanti, 2019

Paolo Cacciari è un giornalista attivista dei movimenti sociali e ambientalisti.
Collabora con il sito www.comune-info.net
Si occupa di decrescita e beni comuni ed ha pubblicato vari saggi tra cui:
Decrescita o barbarie, Intra Moenia e Carta, 2008
Vie di Fuga, Maro a & Cafiero, 2014
101 piccole rivoluzioni, Altreconomia, 2016
Economie solidali creatrici di comunità ecologiche, in “Scienze del territorio” n. 6
Le economie del territorio bene comune, pp. 60-69, 2018 Firenze University Press
Ha curato:
La società dei beni comuni, Ediesse, 2010
Viaggio nell’Italia dei beni comuni, Maroa & Cafiero, 2012 La decrescita tra passato e futuro, Maroa & Cafiero, 2018

Comitato Stop TTIP di Udine col sostegno di Coalizione Clima di Udine, Soci di Udine di Banca Etica, Circolo Legambiente “Laura Conti” Udine, CGIL

https://www.bancaetica.it/git/udine/evento/focus-sul-clima-emergenza-climatica-e-condizionamenti-delle-multinazionali

Share
Gen
30
Gio
L’Amazzonia brucia, anche per colpa nostra! @ Sala Ajace
Gen 30@18:00–20:00
L'Amazzonia brucia, anche per colpa nostra! @ Sala Ajace

 

Andrea Palladino, giornalista e documentarista, ha vissuto a lungo in America Latina, occupandosi di diritti umani, comunicazione e cultura popolare.

Il giornalista, da sempre profondamente impegnato in tematiche ambientali, verrà a parlarci della sua recente inchiesta pubblicata su L’Espresso : ” L’Amazzonia brucia anche per colpa della soia che importa l’Italia.”

Il reportage esordisce : “Gli incendi devastanti fanno parte di una strategia economica pianificata che ha il suo terminale nell’industria della carne, anche nel nostro Paese. Che importa il 40 percento della soia dal Brasile per gli allevamenti.”

Vi aspettiamo numerosi il 30 gennaio, dalle 18 alle 20 in Sala Ajace- all’interno della splendida e suggestiva cornice di Palazzo d’Aronco a Udine.
Ingresso libero!

Share
Feb
6
Gio
Deserto verde : la monocoltura dell’eucalipto in Brasile. @ Circolo Ricreativo e Culturale Nuovi Orizzonti
Feb 6@18:00–20:00
Deserto verde : la monocoltura dell’eucalipto in Brasile. @ Circolo Ricreativo e Culturale Nuovi Orizzonti

 

Brasile,1970: il governo statale concede alle aziende di avviare la coltura dell’eucalipto e di portarla avanti per vent’anni, dopo dei quali viene concessa una proroga illimitata. Oggi circa 250.000 ettari di terre sono ricoperti dai fusti della specie arborea originaria dell’Oceania.

Gli osservatori lo hanno denominato “deserto verde”.
La silvicoltura praticata su scala intensiva ha come “effetto collaterale” un impatto negativo sulle condizioni di vita delle popolazioni locali che, se non opportunamente prevenuto, regolato e controllato, può diventare disastroso.

Chiaramente, l’impatto sociale, economico e culturale di questa pratica agricola si somma e si intreccia a quello ambientale, che va dalla desertificazione al deterioramento paesaggistico, dalla perdita pressoché totale di biodiversità vegetale e animale alla contaminazione di suolo, aria e falde acquifere. L’elenco dei danni potrebbe continuare.

Il tema del “deserto verde” è di grande importanza, viste le dimensioni del fenomeno e la sua distribuzione in molte regioni brasiliane: verrà a presentare il Documentario ” Behind the Green Curtain” Valmir Soares de Macedo, direttore del Centro de Agricultura Alternativa “Vicente Nica” situato nello Stato brasiliano del Minas Gerais con il quale collaboriamo ormai da anni!
A seguito della visione del documentario seguirà un ampio dibattito .

Vi aspettiamo numerosi il 6 febbraio, dalle 18 alle 20, presso il Circolo Culturale Nuovi Orizzonti – Via Brescia, 3, 33100 Udine UD.

Ingresso libero!

L’evento rientra all’interno del corso di formazione “Semi Giustizia”, scopri il programma completo al link: http://www.cevi.coop/wp-content/uploads/2020/01/Locandina-Semi.pdf

Share