Agenda

Agenda degli eventi del Forum

Share
Gen
18
Ven
La Sfida Dell’entropia. Bioeconomia nel pensiero di Georgescu-Roegen @ Biblioteca Parrocchia di Santa Maria Assunta
Gen 18@17:00–19:00

Chi è Nicholas Georgescu-Roegen?

 Questo grande economista, definito dal premio nobel per l’economia Samuelson il “iPrincipe degli economisti”, è normalmente considerato, sin dalle origini e forse in modo ancor più indiscusso di altre figure fondamentali come Ivan Ilich o Cornelius Castoriadis, un precursore del pensiero della decrescita. Come mai uno studioso per molti versi difficile, autore di saggi sul rapporto tra economia e termodinamica, a lungo ignorato dai colleghi economisti e scarsamente conosciuto perfino dagli ecologisti, diviene rapidamente, pochi anni dopo la morte, un punto di riferimento imprescindibile per il nascente movimento della decrescita? Mauro Bonaiuti, tra i fondatori in Italia dell’Associazione per la decrescita, docente di Bioeconomia e Finanza etica all’Università di Torino, ci guida alla scoperta del pensiero di Georgescu-Roegen, concludendo il libro con una selezione di testi autografi.

NB. La Conferenza su NG-R, che si terrà a partire dalle 18.00 presso Biblioteca Parrocchia di Santa Maria Assunta, Via Cadore 11, si può accedere anche da una laterale di Via Martignacco, sarà preceduta, alle 17.00, da un seminario di introduzione al pensiero della Decrescita e dell’Economia solidale.

 

Perché conoscere “I Precursori della Decrescita”?

 

“Quel tanto che a bere basta, ed a mangiare e a vestire,

Cercalo pure, ché in questo ancor sei scusato.

Ma il resto tutto è vano, e vuoto, e tu bada bene

A non venderti via la vita preziosa per questo.”

Omar Khayyam (1048-1141)

 

Con queste quattro strofe, Omar Khayyam (1048-1141) può essere  a pieno titolo annoverato fra i “Precursori” della decrescita” , titolo della collana Jaca Book diretta da Serge Latouche.

I “Precursori” sono anche il titolo del ciclo di incontri che il  Forum per i beni comuni e l’economia solidale del Friuli Venezia Giulia, il collaborazione con il nodo regionale dell’Associazione per la decrescita sta tenendo in diverse località della nostra regione.

 

A chi è rivolta questa iniziativa?

Su proposta del Forum, la Regione ha approvato la LR 4/2017 “Norme per la valorizzazione e promozione delle’economia solidale”.

Con questa iniziativa intendiamo offrire alle persone interessate, le basi teoriche su poggiano i percorsi esperienziali necessari a promuovere Comunità territoriali e filiere produttive di economia solidale, così come previsto dalla stessa Legge regionale.

 

Share
Gen
19
Sab
L’italia È Una Repubblica Democratica Fondata Sul Lavoro? @ Centro Di Accoglienza Ernesto Balducci
Gen 19@15:00–18:00

L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro?
Incontro pubblico di analisi e dibattito
Centro Balducci, sabato 19 gennaio 2019, ore 15.00

Il diritto al lavoro fra tutele, rischi ed ostacoli, contro alibi, paradossi ed abusi.

Flessibilità e precarizzazione del lavoro, delocalizzazioni e chiusura di imprese, disoccupazione e sottrazione dei diritti hanno peggiorato le condizioni di vita di donne e uomini, compromesso il futuro delle giovani generazioni e accresciuta la diseguaglianza tra ricchi e poveri.
Molti italiani e migranti sono accomunati da una condizione di sofferenza sociale e di pesante sfruttamento: dalla logistica all’agricoltura, il lavoro sembra aver perso dignità e centralità nello spazio pubblico.
Al rancore e al razzismo crescenti sapremo rispondere rafforzando l’unità e la solidarietà delle lavoratrici e dei lavoratori?
Occorre contrastare le crescenti forme di grave precariato, di sfruttamento lavorativo, di lavoro nero nonché promuovere la formazione alla sicurezza sul lavoro rendendo maggiormente effettiva l’attività di controllo.

Interverranno:

Laura Calafà, docente di diritto del lavoro Università degli Studi di Verona
Migrazioni e lavoro

Paolo Attanasio, referente regionale Dossier Immigrazione IDOS
Lavoratori stranieri ed occupazione nel contesto regionale del FVG

Natalino Giacomini, segretario generale della Camera del Lavoro di Udine–CGIL
I lavoratori stranieri in FVG fra subappalti, precarietà, lavoro irregolare: l’intervento del sindacato

Bruzio Bisignano, ex siderurgico, ora formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro
Il lavoro fa male? Sicurezza e infortuni fra immagini e racconti

Rete Diritti Accoglienza Solidarietà Internazionale Fvg

Share
Gen
26
Sab
Escursione a Valle Grotari Vulcan Marano Lagunare @ Parcheggio
Gen 26@9:00–15:00

26 gennaio ore 9.00 presso il parcheggio di via Matteotti a Monfalcone – affianco del liceo scientifico Buonarroti – ritrovo per l’escursione presso la nuova Riserva naturale regionale di valle Grotari Vulcan e della riserva naturale Canal Novo a Marano Lagunare. É previsto l’uso del mezzo proprio.
L’escursione rientra nelle attività del Centro visite lago di Pietrarossa di Monfalcone.

Partiremo alle ore 9.00 il 26 gennaio dal parcheggio di via Matteotti a Monfalcone affianco al liceo scientifico Buonarroti, per raggiungere il Centro Visite di valle Canal Novo alle ore 10.30, dove troveremo due assessori comunali che ci racconteranno la storia del luogo, per poi scoprire assieme al l’ornitologo Paolo Utmar, il prof. Livio Poldini e il prof. Alfredo Altobelli le ricchezze naturalistiche delle due riserve regionali. Da Canal Novo si proseguirà con la visita della neo-istituita Riserva regionale di Valle Grotari Vulcan e la visita si concluderà nel cento storico della cittadina. Nel corso della mattinata l’associazione ambientalista Eugenio Rosmann consegnerà la targa di menzione del premio Populus Alba al Comune di Marano Lagunare per la nuova istituzione delle Riserva regionale di Valle Grotari Vulcan. Saranno presenti l’assessore Monica Boscolo e l’assessore Riccardo Braggion.
La partecipazione è libera e gratuita, ma per organizzare le macchine è meglio comunicare la vostra partecipazione alla mail ambientalistimonfalcone@gmail.com o msg o whatsapp o tel al 3356660843.
Chi volesse pranzare in un ristorante locale é pregato di avvisare per la prenotazione, altrimenti ci si può portare il pranzo al sacco.
Dopo aver mangiato ritorneremo a Monfalcone per le ore 16 circa.
Si consigliano scarpe sportive ed abbigliamento comodo ed anche il binocolo.

Share